Locali di chiesa evangelica danneggiati da un gruppo islamico

Il comunicato della chiesa missionaria ADI Come Tralci

Roma (AEI), 1 giugno 2024 – “ci affatichiamo lavorando con le nostre proprie mani; ingiuriati, benediciamo; perseguitati, sopportiamo…”. Così inizia un comunicato della chiesa evangelica ADI Come Tralci di San Giuliano Milanese (MI) dopo che i locali della chiesa sono stati “attaccati” da un gruppo di cittadini islamici nordafricani col proposito di inveire contro la persona di Gesù. 

Il comunicato firmato dal pastore Gennaro Chiocca prosegue così: “Hanno distrutto le vetrine, ma grazie a Dio nessuno si è fatto male. Il Signore ha protetto il Suo popolo! Fratelli e sorelle, vogliamo pregare come ci insegna la Parola, per coloro che ci maledicono e per quelli che ci oltraggiano. Vogliamo rispondere al male con il bene, alle intimidazioni con un invito a conoscere Colui che è in grado di cambiare i cuori più duri perdonando i peccati e facendo ogni cosa nuova. Non vogliamo stancarci di proclamare il Vangelo che è potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede, certi e sicuri che il Suo regno avanzerà ancora di più in mezzo a noi. Perdoniamo con il cuore chi ha attaccato, ma prendiamo le distanze da qualunque comportamento violento per continuare a servire il Signore intervenendo nei bisogni con maggiore consapevolezza spirituale e col desiderio di fare di più affinché Dio continui ad operare prodigi come sta già facendo”.